F.A.Q.

In cosa consiste la Terapia del Letto Inclinato?

E’ una soluzione semplice e naturale che può migliorare in maniera sostanziale la qualità della vita ed aiutare a prevenire e curare importanti patologie.

Per usufruire dei benefici della Terapia del Letto Inclinato (Inclined Bed Therapy – IBT) è sufficiente innalzare di 15-16 cm, dalla parte della testa, il letto sul quale dormiamo.

In questo modo il letto assumerà un’inclinazione uniforme di 5 gradi, che permetterà di usufruire – anche durante il riposo notturno – dell’azione benefica che la forza di gravità costantemente esercita sul funzionamento del nostro organismo.

E’ stato infatti dimostrato dall’ideatore della Terapia, l’ing. Andrew Fletcher, che tale inclinazione permette di ottimizzare il nostro riposo e di ottenere numerosi ed importanti benefici per la nostra salute.

Perché la Terapia del Letto Inclinato non è conosciuta e diffusa?

Viste le enormi potenzialità e la semplicità di utilizzo è veramente difficile dare una risposta a questa domanda.

Sicuramente non si tratta di una soluzione che motiva investimenti, perchè non permette di ottenere alcun ritorno economico: chiunque sia interessato a provarla può farlo in maniera autonoma, a costo zero.

Per contro si può immaginare che ci siano soggetti economici molto importanti e potenti (es.: case farmaceutiche) che potrebbero subire consistenti riduzioni del proprio volume di affari nel caso in cui tale soluzione si dovesse diffondere.

Non sembra quindi che ci si debba meravigliare se nessuno sta investendo in maniera significativa per diffonderne la conoscenza.

Come si fa per inclinare correttamente il letto?

E’ molto semplice e lo si può fare in completa autonomia, a costo zero o, comunque, minimo.

Dipende ovviamente anche dalla struttura del letto e da quanto siamo interessati a curare l’aspetto estetico.

Nell’apposita sezione di questo sito si possono trovare alcuni esempi e indicazioni.

Si raccomanda di porre particolare attenzione alle avvertenze e ai consigli pratici che sono riportati in tale sezione.

Come si possono controllare i gradi di inclinazione?

Il livello di inclinazione consigliato è pari a 5°.

Un letto di dimensioni standard raggiunge tale inclinazione con un rialzo pari a 15-16 cm.

L’inclinazione si può comunque misurare agevolmente con il proprio smartphone, utilizzando una delle numerose applicazioni che si possono scaricare gratuitamente e che replicano il funzionamento della classica livella.

Chi può beneficiare della Terapia del Letto Inclinato?

Dalla documentazione disponibile e dal crescente numero di testimonianze si può agevolmente desumere che dormire su un un letto opportunamente inclinato può:

  • migliorare la digestione notturna e la qualità del sonno;
  • coadiuvare l’azione pulsatile del cuore e migliorare la circolazione del sangue e dei principali fluidi vitali;
  • migliorare il complessivo funzionamento del sistema immunitario;
  • aiutare a prevenire e a curare numerose ed importanti patologie;
  • avere un impatto rilevante sulla qualità e la durata della vita.

L’elenco delle patologie che possono trarre beneficio dalla terapia del letto inclinato è molto rilevante e, comunque, è senz’altro opportuno utilizzare questa geniale soluzione anche quando non si ha alcun problema di salute perché sembra che ci siano tutti i presupposti per ottimizzare il funzionamento del nostro organismo ed aiutare a prevenire importanti patologie.

Non basta dormire su un letto che consente di rialzare soltanto la parte superiore del corpo?

Capita spesso di sentire persone che dormono con il letto rialzato solo nella parte superiore del corpo e che ritengono che si ottengano gli stessi risultati e benefici.

Tenete ben presente che, invece, dormendo in un letto rialzato soltanto nella parte superiore del corpo, non si ottengono assolutamente gli stessi benefici che si possono ottenere con un letto che presenta un’inclinazione uniforme di 5 gradi.

Oltre a questo, con un letto piegato a metà si è vincolati a riposare in posizione supina/seduta e, se si cerca di dormire su un fianco, si sollecitano le articolazioni dell’anca in maniera contraria rispetto alla loro rotazione naturale.

Non sarebbe meglio dormire con le gambe in alto?

E’ senz’altro diffusa l’abitudine di elevare la parte del corpo (es.: le gambe) che ha subito danni, che presenta infiammazione, dolore, gonfiori, ecc. .

Questo comportamento determina sicuramente un temporaneo sollievo perché viene drenato il fluido in eccesso, ma rappresenta altrettanto sicuramente un ostacolo e non un aiuto per la risoluzione del problema, perché rende più difficile il ritorno del flusso sanguigno nuovo verso la zona interessata, contribuendo così ad una stasi del sangue e ritardando conseguentemente la guarigione di una eventuale ferita o danno.

Con il letto inclinato posso continuare ad utilizzare il cuscino?

Chi è abituato ad utilizzare un cuscino per la testa può continuare a farlo, con il letto inclinato non cambia niente.

E’ invece sbagliato inserire uno o più cuscini sotto il materasso per modificarne l’inclinazione, anche se si mettono nella zona della testa e del busto.

Come già detto e ribadito l’inclinazione del letto e del materasso deve essere uniforme dalla testa ai piedi.

La Terapia del Letto Inclinato ha controindicazioni?

Al momento non ci risulta che siano stati effettuati studi e sperimentazioni approfondite riguardo gli effetti curativi della terapia del letto inclinato (Inclined Bed Therapy – IBT) e, comunque, non sembrano esserci controindicazioni.

Pertanto, se decidete di utilizzare il letto inclinato, non interrompete alcun trattamento o cura medica eventualmente in corso, monitorate le vostre condizioni e confrontatevi con il vostro medico per verificare se il trattamento che vi è stato prescritto deve essere variato a seguito degli effetti che possono derivare dall’utilizzo della IBT.

È inoltre opportuno non apportare alcun altro cambiamento al proprio stile di vita (stesso cibo, stesse abitudini, stesse attività, …) per capire meglio se l’IBT determina qualche significativo beneficio alle vostre condizioni.

Iniziare ad utilizzare la IBT e cambiare in contemporanea altre abitudini rende difficile stabilire causa ed effetto di eventuali variazioni del vostro stato di salute.

Tenete inoltre presente che, nelle prime 2 settimane di utilizzo del letto inclinato, si possono avvertire risentimenti muscolari e rigidità del collo e che occorre bere più acqua per evitare la disidratazione.

Con la terapia del letto inclinato aumenta infatti la traspirazione e l’espulsione di acqua tramite le urine.

Le urine diventano più concentrate e viene eliminata una maggiore quantità di scorie.

Si consiglia infine di iniziare con un rialzo di 10-12 cm – per poter apprezzare i primi benefici – e di passare almeno dopo una trentina di giorni ai 15-18 cm che garantiscono la massima efficacia.

Come faccio per rilevare e tracciare gli effetti della Terapia?

Se decidete di utilizzare il letto inclinato, non interrompete alcun trattamento o cura medica eventualmente in corso e non apportate alcun altro cambiamento al vostro stile di vita (stesso cibo, stesse abitudini, stesse attività, …) per capire meglio se l’IBT determina qualche significativo beneficio alle vostre condizioni.

Iniziare ad utilizzare la IBT e cambiare in contemporanea altre abitudini rende difficile stabilire causa ed effetto di eventuali variazioni del vostro stato di salute.

Tenete inoltre presente che, nelle prime 2 settimane di utilizzo del letto inclinato, si possono avvertire risentimenti muscolari e rigidità del collo e che occorre bere più acqua.

Per rilevare e tracciare i cambiamenti che si ottengono si consiglia di prendere nota della data dalla quale si inizia ad utilizzare il letto inclinato (con il rialzo ridotto e con il rialzo completo) e di fare un’attenta “scansione” delle complessive condizioni di partenza.

Nella fase iniziale è infatti importante fare mente locale non solo sui sintomi più evidenti e rilevanti ma anche sui piccoli disagi o problemi ai quali siamo oramai abituati.

Successivamente, ogni mese, per almeno 6 mesi, si consiglia di fare di nuovo mente locale per capire se si sono registrati cambiamenti significativi.

Di norma ci sono disagi e problemi che migliorano in tempi abbastanza rapidi e altri che necessitano di tempi molto più lunghi e che evolvono in maniera pressoché impercettibile.

Occorre quindi non dare eccessiva importanza alle variazioni positive o negative di breve termine, che possono dipendere dalla più svariate motivazioni , ma porre invece la massima attenzione alle evoluzioni che si consolidano nel corso del tempo.

Inizia una  nuova vita!

Inclina il tuo letto.