FIBROMIALGIA E TERAPIA DEL LETTO INCLINATO

 

Fibromialgia - sintomi
Fibromialgia – sintomi

 

La seguente testimonianza, che abbiamo trovato sul sito di Andrew Fletcher (https://inclinedbedtherapy.com/most-recent-testimonials), ci sembra che meriti di essere evidenziata.

Riguarda una signora inglese che racconta quanto segue:

“ho avuto la fibromialgia per 7 anni.
Fino dalla prima adolescenza, ho avuto problemi di sonno.
Ho sempre avuto problemi per addormentarmi e non ho mai dormito bene, con numerose interruzioni del sonno durante la notte.
Mio marito (Andy) conduce un programma radiofonico e gli è stato parlato di Andrew e della IBT (Terapia del letto inclinato).
Siamo rimasti entrambi incuriositi e Andy ha deciso di invitare Andrew nel suo show.
Ho ascoltato con attenzione ogni sua parola e ho trovato estremamente interessante e convincente l’intero argomento trattato, non vedevo l’ora di provare la IBT (Terapia del letto inclinato).
Per iniziare abbiamo rialzato la testata del nostro letto di 3 pollici e abbiamo avuto ambedue la sensazione di un aumento di energia, una cosa importante per me in quanto non ho mai avuto molta energia.
Il mio sonno non profondo e frammentato mi aveva sempre fatta sentire stanca per tutto il giorno.
Inoltre, uno dei sintomi principali della fibromialgia sono stati i periodi di estrema stanchezza, che mi hanno reso difficile anche alzarmi dal letto.
Dopo circa una settimana con la testata del letto rialzata di 3 pollici siamo passati a 6 pollici.
Abbiamo notato un ulteriore incremento di energia, ma niente di più per circa 3/4 settimane.
Uno dei peggiori sintomi che la fibromialgia mi ha sempre dato è il costante dolore alle braccia e la mancanza di mobilità delle stesse.
Per 7 anni non sono stata in grado di alzare le braccia al di sopra della vita o di metterle dietro la schiena.
Andy ha dovuto sempre aiutarmi per vestirmi, per sistemarmi i capelli, ecc. .
Non essere in grado di vestirmi, di badare a me stessa e di fare cose quotidiane normali ha avuto un effetto terribile sul mio stato mentale.
Ho sofferto di depressione dall’età di 13 anni e, il fatto di essere in questo stato, l’ha aggravata ulteriormente.
Il mio medico aveva detto che mi ci sarei abituata, ma non è stato così.
3/4 settimane dopo aver alzato il letto di 6 pollici siamo andati via per il fine settimana.
Dovevamo vedere degli amici e, quindi, sono tornata in albergo per prendere alcune cose mentre Andy li incontrava.
Avevo un prurito sul retro del collo e, istintivamente, ho alzato il braccio per grattarmi.
Quando mi sono resa conto che avevo alzato il braccio per grattarmi il collo ho guardato il mio gomito sollevato come se fosse un oggetto estraneo!
Non l’avevo visto in quella posizione per 7 anni.
Poi ho alzato le braccia fino ai miei capelli legati dietro alla testa e mi sono resa conto che potevo farlo in autonomia.
Poi ho messo le mie braccia attorno alla mia schiena e ho raggiunto il cinturino del mio reggiseno, qualcosa che non potevo fare prima.
Il fatto mi ha entusiasmato perché prima non riuscivo neppure a infilarlo il reggiseno.
Mi ha preso l’euforia e ho iniziato a ridere come una pazza!
Non potevo credere a quello che avevo fatto.
Poi mi sono vestita, ho sistemato i miei capelli e ho raggiunto lo scaffale più alto del guardaroba (gli scaffali più alti prima erano impossibili da raggiungere per me).
Ero davvero stupita pensando a quello che potevo fare dopo appena un mese di IBT (Terapia del letto inclinato).
Come risultato della mia maggiore mobilità e autonomia ho avuto anche il miglioramento della mia depressione.
Andy è sempre stato fantastico nell’aiutarmi in tutto ciò di cui avevo bisogno, ma ho sempre odiato dover continuamente chiedere aiuto.
Mi sentivo così inutile.
Anche i miei problemi di sonno sono migliorati.
Ora mi addormento molto più facilmente e più velocemente e riesco a dormire per gran parte della notte.
Ho dovuto prendere farmaci antidepressivi molto forti per anni.
Ne prendevo 4 tavolette al giorno.
Da quando dormo sul letto inclinato ed ho ottenuto così buoni risultati per la mobilità e il sonno, sono riuscita a ridurre la dose a 1 compressa al giorno ed è anche scomparsa la “nebbia” che, ogni giorno, era lì nella mia testa.
La Terapia del letto inclinato ha seriamente cambiato la mia vita.
Sono così grata ad Andrew per aver messo a disposizione del mondo la sua meravigliosa scoperta.
Ne parlo agli altri e loro mi guardano come se fossi pazza.
Dico sempre queste 3 cose alla gente, sul perché ho deciso di provare la Terapia del letto inclinato:

1 – Andrew non sta vendendo la sua idea a nessuno e non sta cercando di ricavarne dei soldi, sta solo fornendo indicazioni che possono aiutare la gente;

2 – Inclinare il letto non costa niente o pochissimo. La maggior parte delle persone ha già in casa qualcosa che può utilizzare a questo scopo (legno, libri, ecc.). Non occorre sostenere spese significative per provare;

3- La cosa principale che mi ha fatto desiderare di provare la IBT (Terapia del letto inclinato) è rappresentata dal fatto che non prevede l’assunzione di alcun farmaco. Ormai da anni i miei dottori mi aiutano soltanto facendomi prendere farmaci nuovi o aumentando le dosi di quelli che già prendo, cosa che avrei preferito evitare.

Se stai leggendo questo e stai pensando di alzare il letto, per favore provalo.
Non è difficile o costoso e non hai nulla da perdere.
Se non funziona per te, fermati, ma potresti essere sorpreso dai benefici che ottieni.
Non aspettarti una cura completa in una sola notte, preparati a concedergli il tempo necessario.
Ho ancora alcuni problemi di salute che potrebbero andare meglio nel corso del tempo con la IBT (Terapia del letto inclinato) oppure no.
In questo momento sono così felice perchè un paio dei problemi più importanti che avevo sono nettamente migliorati.
Se non migliorano altre cose, sarò comunque per sempre grata ad Andrew perché le cose che sono andate meglio hanno cambiato la mia visione della vita.
Una vittoria è una vittoria .
E, in un mondo in cui i problemi di salute affliggono una grande quantità di persone, questo è abbastanza per me.
Grazie Andrew per tutto ciò che fai.

Tina – Regno Unito”

Lascia un commento
Name
E-mail
Il tuo commento